Mariam

A volte mi chiedo quando sarò in grado di vivere un islam completo, un islam senza inibizioni, senza paure, senza limiti.. mi sorprendo a pensare che non sarò mai in grado di essere completamente musulmana, non dentro di me, ma davanti alla gente, questi pensieri mi scoraggiano moltissimo, ma poi, mi guardo indietro, e Amdullillah, di passi ne ho fatti.. Mi vedo più ragazzina tre anni fa, quando per la prima volta ho avuto la voglia di saperne di più dell'islam, e allora facevo mille domande, stavo spessissimo su internet per cercare di saperne di più, ma le informazioni, in italiano erano molto scarse, e allora tormentavo di domande le persone che avevo vicino, in particolare un'amica italiana ritornata all'islam qualche anno prima.. Invidiavo la sua pace e la sua tranquillità interiore, io che dentro avevo un tormento, io che mi facevo mille domande sulla mia vita, sulla strada che dovevo percorrere.. se ripenso a quei tempi, rivedo una ragazza che non aveva nessuna intenzione di modificare la propria vita per questa attrazione che aveva per l'islam e che probabilmente le avrebbe portato solo guai... Provo dolcezza e tenerezza per quella ragazza che piano piano, ha lasciato che l'Islam, con i suoi meravigliosi principi (primo fra tutti "NON C'E' COSTRIZIONE NELLA RELIGIONE") entrasse nel suo cuore, ancora non sapeva come sarebbe cambiata la sua vita, non sapeva che tutto sarebbe stato così semplice e naturale da sorprenderla.

E si, è proprio così.. Tutto accadde in modo così naturale da sorprendermi, i cambiamenti nei modi di vestire, il cambiamento delle abitudini alimentari, il cambiamento delle amicizie e dei modi di divertirsi, ovviamente sempre grazie a Dio e all'aiuto delle persone che avevo vicino (due sorelle conosciute su internet furono fondamentali, in questo mio cambiamento, e una di loro lo è tuttora).

a preghiera è diventata una piacevole abitudine, un modo per parlare con Allah, in ogni momento del giorno, ogni volta che ne sento il bisogno, quando mi sento sola e ho bisogno di coraggio, o quando mi sento felice e voglio ringraziarlo.. Il digiuno (che mi sembrava davvero impossibile) invece è diventato un piacevole momento di incontro con i fratelli e le sorelle, un momento in cui la spiritualità nella nostra vita è tutto, si riescono a mettere da parte tutti i bisogni fisici per pensare solo a quelli spirituali e per migliorarci! Subhanallah! E’ davvero un momento unico nella nostra vita di musulmani! Per niente al mondo potrei più rinunciarci! Riguardando indietro, e pensando a quello che mi sembrava impossibile e invece grazie all'aiuto di Dio (Amdullillah) è successo, penso che arriverà anche per me il momento per vivere il mio islam completamente, senza aver paura di indossare il mio velo, senza aver paura di sbandierare il mio modo di vivere alla gente, e allora non mi resta che ringraziare un milione e un milione di volte il Signore per avermi scelto e per avermi aiutato a fare tanti cambiamente che fino a poco tempo fa mi sembravano impossibili!

 

Autore: Maryam

Altre storie